Amichevole Peace Cup 2009: Siviglia vs Juventus 1-2 (Amauri, Iaquinta)

sivigliaPRESENTAZIONE:
Prima partita della Juventus nella prestigiosa Peace Cup. Si gioca all’Olimpico di Siviglia contro i padroni di casa. La Juventus si schiera in campo con Manninger tra i pali; difesa a quattro con Zebina a destra, Grygera a sinistra e Chiellini e Cannavaro centrali; a centrocampo c’è Zanetti vertice basso, Tiago a sinistra, Marchisio a destra e Camoranesi avanzato dietro le punte Del Piero e Amauri. Risponde il Siviglia di Jimenez con Palop in porta, l’ex bianconero Konko a destra, Navarro a sinistra, Squillaci ed Escudè in mezzo; a centrocampo gli esterni sono Jesus Navas e Perotti, mentre al centro il play Zokorà è affiancato da Duscher; in attacco Konè e Renato.

PRIMO TEMPO:
E’ subito Juventus: dopo 4′ un ispirato Tiago prova la conclusione con un missile da 25 metri che sfiora il palo alla destra di Palop. Tre minuti dopo è Amauri, lanciato splendidamente da Marchisio, che prova ad entrare in area dalla sinistra ma viene fermato. Si spinge in avanti il Siviglia al 9′, ma un cross di Navas è respinto con un preciso e provvidenziale colpo di testa da Grygera, attento in difesa. All’11’ ancora Siviglia: Renato guadagna un calcio di punizione e tira di poco alto, con Manninger che pare controllare. Al 19′ si vede finalmente Camoranesi, quest’oggi sottotono (uscirà al 30′ per infortunio, sostituito da Iaquinta), che con una grande percussione centrale arriva fino al limite dell’area e serve Amauri, finito però nel frattempo in fuorigioco. Al 23′ si vede anche Del Piero: fuga palla al piede, fallo, e punizione guadagnata dai 25 metri che finisce sulla barriera. Il gol arriva al 26′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Alex Del Piero: in mezzo all’area svetta Amauri che anticipa il suo marcatore e porta i bianconeri in vantaggio. Prova subito a reagire il Siviglia, e la partita si accende. Un minuto dopo è Konè a rendersi pericoloso saltando Manninger in uscita: il dribbling è ad uscire, e, troppo defilato, l’attaccante tira su Chiellini. Al 29′ è ancora Tiago a salire di nuovo in cattedra gestendo magistralmente un contropiede e servendo al bacio Del Piero sulla corsa: il tiro del Capitano è deviato (egoista in questo caso Alex: c’era Amauri libero a destra). Un minuto dopo ancora Tiago questa volta nelle vesti di salvatore della Patria: cross di Navas e il portoghese che di testa chiude ed evita ogni pericolo. Grande partita per lui, migliore in campo. Al 34′ Amauri, di potenza, recupera palla, corre in avanti e serve a destra Iaquinta, che si fa respingere il tiro di prima intenzione. Prova a reagire il Siviglia, e la Juve deve ricorrere alle maniere dure: al 36′ è Cannavaro che stende Zokora partito in percussione e guadagna il primo giallo della partita; al 39′ è invece Zebina che stende Perotti con una entrata troppo decisa e anche lui viene ammonito. Fra i due gialli da segnalare una splendida punizione di Zokora, il migliore del Siviglia, che Manninger respinge coi pugni in corner. Il tempo si chiude sull’1-0 per la Juventus, grandissima prestazione di Tiago e Amauri.

SECONDO TEMPO:
Nella ripresa Jimenez inserisce subito Luis Fabiano per Duscher, col solo Zokora in mezzo a difendere. Il Siviglia prova a pareggiare, spinto al pubblico di casa. Al 47′ è Konè che balla la samba davanti a Cannavaro e tira fuori di un soffio dando l’impressione ottica del gol e facendo esultare Kanoutè a bordo campo. Un minuto dopo il neo entrato Fabiano si lancia a 1000 all’ora dentro, ma Cannavaro è super nella chiusura e gli strappa palla anticipandolo. Secondo cambio nel Siviglia al 52′: entra Diego Capel, a lungo osservato dalla Juventus, e gli lascia il posto Perotti. Tatticamente non cambia nulla. Al 53′ punizione di Luis Fabiano che coglie in pieno viso Tiago, la palla giunge a Jesus Navas che con un grandissimo tiro dalla destra impegna Manninger (gran secondo tempo per lui). Al 57′ è il nostro Marchisio che, dopo aver ricevuto palla dal limite, effettua un tiro al volo di destro cogliendo il palo alla destra di Palop. Neanche 30 secondi e arriva però anche il giallo, per lui, causa brutto fallo (gamba alta) su Navas. Al 60′ corner del Siviglia che scavalca tutti, arriva al volo Luis Fabiano che tira su Manninger. Al 65′ è Konè a prendere palla al limite dell’area e a tirare di prima intenzione: mura Cannavaro. Al 66′ arriva però il gol della Juventus con Zebina che palla al piede taglia dentro e serve con un meraviglioso esterno destro Iaquinta sul taglio: un tocco di destra a saltare Squillaci e poi il tiro angolatissimo sul palo opposto per il gol del 2-0. Cambi al 68′: per la Juve entra Salihamidzic (giocherà a centrocampo) per Marchisio; per il Siviglia entrano Adriano e Romaric per Navarro e Zokora. Al 72′ Adriano ruba palla a Iaquinta, Diego Capel se ne impossessa e serve con un grande assist Luis Fabiano in mezzo che di testa impegna ancora un ottimo Manninger. Al 76′ Cannavaro trattiene per la maglia Romaric: viene graziato. Qualche secondo dopo si vede il buon Konko, che con una conclusione violentissima da 20 metri costringe ancora il portiere austriaco al corner. Al 78′ è Romanovic a guadagnare il giallo per una entrataccia su Iaquinta, mentre subito dopo lo copia Zanetti, entrato male su Escudè. Alex Del Piero ci prova da 25 metri con una punizione che Palop respinge a fatica in due tempi. Cambio importante per il Siviglia all’80’: esce Jesus Navas ed entra Josè Carlos Vasquez (grande prova la sua). E’ proprio il neo-entrato che si incarica un minuto dopo di battere (alla perfezione) un corner per il Siviglia, con Squillaci che stacca anticipando Cannavaro per il gol del 2-1. Passano 2 minuti ed è ancora Vasquez che scambia con Konè lanciandolo contro Manninger: il tiro dell’attaccante finisce però fuori. All’85’ esce Del Piero, discreta prestazione la sua, per lasciar spazio a Molinaro. Gli ultimi minuti sono un assedio degli spagnoli. All’85’ Luis Fabiano asfalta Cannavaro e si accentra dalla sinistra, con Chiellini che chiude e mette in angolo. L’arbitro svedese concede 5 minuti di recupero. Al 92′ Grygera va a vuoto su un traversone e Romaric conclude al volo di destro su Manninger, che si supera ancora una volta. E’ assedio, dicevo, e Zebina ci mette una pezza qualche secondo dopo anticipando Luis Fabiano. Il Siviglia ci prova ancora, ma senza concretizzare. Ferrara concede allora a Marrone la gioia del gettone, richiamando un buon Amauri. Al 95′, a tempo ormai scaduto, Palop sale per colpire di testa su corner: il pubblico lo invoca (ricorderete il gol segnato in Coppa UEFA), ma la palla lo scavalca finendo fuori. Finisce 2-1 per la Juventus, che “tiene” fino alla fine e guadagna i 3 punti.

IL COMMENTO DI ACB:
Beh, devo dire che si è trattato di una buona amichevole, un test impegnativo contro una squadra che ci teneva a fare bene davanti al proprio pubblico. Ferrara ha schierato la squadra in campo col 4312 ancora una volta, nonostante non avesse nè Diego nè Giovinco in avanti, segno che a quel modulo ci crede davvero. Chi pare trarne i maggiori benefici è Tiago, che davvero è un giocatore irriconoscibile, ma questa volta in positivo, rispetto alla controfigura vista fino all’anno scorso in bianconero. In porta Manninger ha dimostrato ancora una volta di essere molto affidabile, mentre Cannavaro e Chiellini, pur non eccellendo, hanno comunque tenuto bene (l’intesa tra i due c’è già, ed è collaudata). Ho visto meno bene del solito Zanetti, davvero a terra fisicamente. In attacco invece le buone nuove arrivano da Amauri (che oltre alla lotta segna pure, stavolta) e dall’esordiente Iaquinta, che subito ricorda a tutti, con un gran gol, di esserci anche lui. Francamente per 70-75′ ho visto una discreta Juventus, autoritaria, mai messa sotto, ben messa in campo. Poi siamo calati vertiginosamente, e il Siviglia ha spinto sull’acceleratore per evitare la figuraccia in casa. Per fortuna non sono riusciti a pareggiare, ma direi che comunque per un tempo e mezzo si sono viste belle cose da parte nostra. Sono soddisfatto.

IL COMMENTO DI O_PROF:
Buona partita di calcio estivo; finchè è durato il fiato si sono viste alcune cose interessanti, che però non so se dipendano da fattori contingenti o siano un piano tattico preciso. Perchè deve essere chiaro che la Juve che abbiamo visto stasera somiglia solo fino ad un certo punto alla Juve che vedremo. Per esempio a centrocampo mancano tre giocatori che teoricamente dovrebbero essere titolari inamovibili: Sissoko, Melo e Diego. La prima osservazione da fare è che questo modulo si addice veramente a Tiago che, finchè ha avuto gambe, ha giocato una partita notevole. La seconda osservazione e’ che questo modulo e’ assai meno aperto di quanto pensassi, specialmente se, come stasera, scende uno solo dei terzini. E Zebina pare un altro miracolato dal modulo: oltre all’assist per il goal di Iaquinta stasera ha fatto molte altre cose buone che non vedevo da tempo. L’unico giocatore che mi è piaciuto poco stasera è Zanetti; grande professionista e gran senso della posizione, ma atleticamente sembra spesso una tacca sotto a tutti, anche nel calcio estivo. Francamente non mi libererei tanto a cuor leggero di Poulsen, specie se è fisicamente integro. Gli altri tutti bene direi; c’e’ concentrazione, voglia di costruire gioco (anche se per adesso mancano quelli che dovrebbe dare fantasia in avanti) e in generale si vede che la preparazione e’ stata abbastanza intensa. Mi fermerei qui, perche’ il calcio estivo non consente di dedurre troppe cose; sono solo sensazioni, ma quelle sono buone.

IL COMMENTO DI NUMERO7:
Buona partita quella che si è giocata tra Siviglia e Juventus. Ritmo abbastanza sostenuto per essere un’amichevole di mezza estate. La cosa che mi è piaciuta di più dei bianconeri è il tetnativo di giocare sempre e comunque con palla a terra. Raramente in queste prime uscite estive ho visto lanci lunghi alla ricerca del nulla. Il Siviglia è apparso più tonico fisicamente, ma conoscendo i nostri preparatori atletici la cosa non mi preoccupa affatto. Anzi mi ha stupito la capacità della difesa, soprattutto nel primo tempo, di sbrogliare seppur in affanno situazioni abbastanza complicate. Niente fuorigioco altissimo, ma posizione e raziocino. Molto bene Manninger (anche se ha evidenziato qualche piccola indecisione nelle uscite), un buon Cannavaro e un discreto Chiellini. Il punto debole difensivo mi è sembrato ancora una volta la parte sinistra. Buona circolazione di palla a centrocampo con Zanetti e Tiago che sembrano aver già raggiunto una discreta intesa. Marchisio mi è sembrato ancora imballato. Il capitano è stato meno incisivo del solito, poco lucido in alcuni frangenti, ha inventato molto poco. Amauri, il leone Amauri, ha lottato su tutti palloni con grande agonismo ed è sembrato già vicino allo stato di forma, mentre Iaquinta ha ricominciato da dove aveva finito lo scorso anno.
Alla distanza la squadra ha subito un po’ troppo l’offensiva avversaria, ma il centrocampo e la difesa (tenendo conto della preparazione) hanno tenuto bene, e nelle ripartenze abbiamo sempre dato l’idea di poter far molto male agli avversari.
Una nota di colore… con i pantaloncini neri i nostri in campo mi piacciono ancora di più. E poi portano discretamente fortuna.

LE PAGELLE:
MANNINGER 7.5: si esibisce in una serie di parate sensazionali. Come secondo portiere è un lusso, e lo sapevamo.
ZEBINA 6.5: tiene in difesa, e si inventa un assist assurdo per Iaquinta. In crescendo.
GRYGERA 6+: molto attento in difesa. Non sale mai, ma ha davanti a se Navas che lo impegna molto.
CHIELLINI 6+: raramente saltato, tappa i buchi, anche quelle rare volte che il suo collega di reparto non è puntuale
CANNAVARO 6 +: si fa asfaltare in maniera plateale da Luis Fabiano nella ripresa, e poteva costarci caro. Ma compie un paio di chiusure alla Cannavaro.
C.ZANETTI 6: cala vistosamente nella ripresa. Non verticalizza, ma si limita a difendere e a fare muro. Fisicamente non al massimo.
MARCHISIO 6.5: tanta quantità. Nel mezzo, un assist favoloso ad Amauri e un gran palo colpito con un tiro al volo di destro.
TIAGO 7+: primo tempo addirittura sontuoso. Cala fisicamente nella ripresa, ma sopperisce con grinta (!) e coraggio (!). Rischia anche la gamba per recuperare ad un errore di Zanetti. Recuperato.
CAMORANESI sv: esce dopo una discreta mezzora per infortunio
DEL PIERO 6: non trova lo spunto come in altre occasioni. Il piede è sempre quello, ma questa volta è meno coinvolto nel gioco e si rende molto meno pericoloso rispetto ad altre uscite.
AMAURI 6.5: lotta come un leone, segna un bel gol di testa, recupera palla, si butta con generosità negli spazi. Si fa perdonare il rosso folle col Vicenza.
IAQUINTA 6.5: tanta corsa (ma è indietro di condizione), tanta generosità, controlli sbagliati, poi però arriva la gemma del gol del 2-0, davvero bello.
SALIHAMIDZIC 6: dopo aver giocato terzino sinistro nelle precedenti partite, entra e sostituisce Marchisio a destra, a centrocampo. Non scende mai sotto al 6. Riserva di lusso.
MOLINARO e MARRONE sv.

IL TABELLINO:
SIVIGLIA (442): Palop; Konko, Escudè, Squillaci, Fernando Navarro (24’ s.t. Adriano); Jesus Navas (34’ s.t Josè Navas), Duscher (1’ s.t. Luis Fabiano), Zokora (24’ s.t.Romaric), Perotti (7’ s.t. Diego Capel); Konè Renato. A disposizione: Dragutinovic, Javi Varas, Alfaro, David Prieto, Acosta, Lolo. Allenatore: Manuel Jimenez
JUVENTUS (4312): Manninger; Zebina, Cannavaro, Chiellini, Grygera; Marchisio (20’ s.t. Salihamidzic), Zanetti, Tiago; Camoranesi (30’ p.t. Iaquinta) Amauri (47’s.t. Marrone), Del Piero (39’ s.t. Molinaro). A disposizione: Buffon, Chimenti, Felipe Melo, Trezeguet, Giovinco, Sissoko, Ariaudo, Diego, Legrottaglie. Allenatore: Ciro Ferrara
Arbitro: Stephan Johannesson (Svezia)
Assistenti: Magnus Sjoblom (Svezia), Joakim Flink (Svezia)
Ammoniti: 34’ p.t. Cannavaro, 39’p.t. Zebina, 12’s.t. Marchisio, 33’ st. Zanetti
Marcatori: 26’ p.t. Amauri, 20’ s.t. Iaquinta, 35’ s.t. Squillaci

LE INTERVISTE POST-PARTITA:
CIRO FERRARA: «Sono contento, abbiamo battuto una squadra tosta come il Siviglia. Siamo andati bene soprattutto nel secondo tempo. Nel primo, eravamo un po’ troppo bassi con attaccanti esterni e Amauri era un po’ troppo solo. Nella ripresa siamo migliorati con l’ingresso di Iaquinta e abbiamo subito trovato il raddoppio. E’ una vittoria importante per il morale. Pensiamo già alla semifinale con il Real? Assolutamente no, facciamo un passo alla volta e affrontiamo i coreani. Per ora quello che ci interessa è migliorare»
AMAURI: «Ritrovare il Real Madrid in semifinale? Magari, è una partita che mi ha portato fortuna, ma prima dobbiamo ancora arrivarci vincendo anche la seconda partita contro i coreani. Sono contento di essere stato eletto migliore in campo, ma soprattutto per il gol e per la vittoria. Stiamo crescendo ancora e anche con il tridente siamo andati bene, nonostante sia stata la prima volta che lo abbiamo provato. Dobbiamo solo perfezionare i meccanismi».

Guarda la sintesi della partita

Pubblicità
    • Blackdemon
    • 25 luglio 2009

    Finalmente dopo tanto si ritorna con il gioco palla a terra.

    Tutto sommato viste le assenze abbiamo giocato bene e sopratutto sono rimasto piacevolmente sorpreso da Tiago e Zebina (nonostante qualche alto e basso dovuto probabilmente alla preparazione in corso), mi sono piaciuti anche quelle triangolazioni vicino l'area (ricordo che furono molto provate in allenamento a pinzolo)..se poi consideriamo che mancavano Melo e Diego !

    Ps: Antò devi correggere il titolo..perchè è finita 2-1 xD

    • Alexalex10
    • 25 luglio 2009

    Buona juve!
    si è cercato di far il miglior gioco possibile anche se le gambe erano probabilmente pesanti.
    superbo il secondo gol.
    positivi:manninger,zebina,iaquinta amauri…
    nessun rimandato..tutti piu' che sufficienti
    alla fine pero' abbiamo sofferto troppo..
    La mancanza di Diego si è fatta sentire anche se questo nn ha mai fatto una partita con noi,ma d'altronde è lui che dovrà fare il vero gioco.
    aspetto Melo e sissoko.

    • mario90
    • 25 luglio 2009

    concordo su tiago.. stasera ovunque sia in fase difensiva sia in quella offensiva..
    zebina buonissima prova mette cuore e grinta..qualke volta distratto ma recupera..
    manninger si dimostra un ottimo secondo..
    a centrocampo aspettando sissoko e melo devo dire che c'è intesa anche se il compito che dovrà svolgere diego il buon camoranesi prima e il delpiero poi non sono riusciti a farlo..aspetto che ci siano:
    melo sissoko trezeguet e diego..

    • Drugo75
    • 25 luglio 2009

    Sono sostanzialmente daccordo con le opinioni espresse sia da ACB che da O_PROF.

    E' stato davvero piacevole vedere Tiago nelle vesti di calciatore e non di figurina, segno che abbiamo recuperato un giocatore che può esserci molto utile nella stagione a venire.

    Anche Zebina mi è piaciuto.
    Meno Grygera, che mi è sembrato poco lucido in certe situazioni, anche se Navas non era un avevrsario facile dalla sua parte.

    Non avevo dubbi sui due centrali difensivi. Hanno svolto il loro lavoro.

    Manninger migliore in campo, molto affidabile come ha già dimostrato in passato.

    Per il resto direi, si vede che siamo ad inizio preparazione e non mi sento di dare delle valutazioni. Stasera, con la formazione che è scesa in campo, è stato interessante vedere come si comportavano i terzini e come Ciro pensa di gestire la fase difensiva col 4-3-1-2.

    Con l'assenza di Sissoko, Melo e soprattutto Diego direi che è quasi impensabile valutare la fase offensiva di quella che sarà la vera Juve.

    Molto bene la mentalità. Siamo sempre stati attenti, in partita, con la giusta aggressività (eccessiva certe volte) e la voglia di vincere non è mancata. Almeno io l'ho vista.

    Un ottimo allenamento!

    • thefurner
    • 25 luglio 2009

    Purtroppo non sono riuscito a vedere la partita, ma sono contentissimo per tiago che a quanto pare ha fatto bene. Avanti così! Bell'articolo antonio!

    • Markus
    • 25 luglio 2009

    Per parte mia direi luci e ombre, come è normale che sia in questa fase della preparazione.
    Luci da parte dei singoli, per la voglia, per la concentrazione (tanto che non sembrava una partita amichevole).
    Ombre a livello di coralità, ancora non si vede un gioco offensivo troppo diverso dalla Juve che fu, ma diamo tempo al tempo, e la possibilità di vedere i titolari in campo, specialmente a centrocampo, dove 3/4 dei probabili titolari erano assenti.
    Si vede invece l'impostazione tattica che si sta delineando, un 4312 abbastanza coperto, che pensa molto anche alla fase difensiva, con difesa mai troppo alta e che pensa più a marcare l'uomo che a fare il fuorigioco (enorme differenza rispetto alla fase difensiva della scorsa stagione).
    In avanti vedremo se con il centrocampo titolare si avrà un po' di estro e fantasia che oggi, specialmente dopo l'uscita di Camoranesi, si sono viste poco.

    Luci ed ombre anche a livello singolo:
    Piacevole sorpresa: Zebina.
    In progressione positiva: Tiago
    Grande conferma per Manninger.
    Del Piero, come Zanetti, un po' imballato.
    Marchisio grande corsa e tanta quantità.

    • Lapulce
    • 25 luglio 2009

    Ottimi davvero Tiago e Zebina.
    Per quanto riguarda il gioco è ovvio che quello che si vedrà in campionato sarà molto diverso.
    E' la fase degli esperimenti, questa.

    • Marcello
    • 25 luglio 2009

    Davvero felice per giocatori come Zebina e Tiago..sembrano rinati e potrebbero essere due ottimi acquisti per la nuova stagione..ottimo Marchisio.

    • orsettodicheb
    • 25 luglio 2009

    Ciao Antò!!!
    complimenti per il sito, davvero ben fatto. Lavoro notevole, complimenti davvero!!!
    Per il resto cosa dire…concordo con le vostre valutazioni ,soprattutto i giudizi su TIago e Zebina. Su quest'ultimo vorrei aggiungere una cosa. Sappiamo tutti la poesia "se sta bene è uno dei migliori in Europa"…tuttavia rendiamoci conto che negli ultimi due anni non è mai stato veramente sano. Sempre problemi e mai una condizione fisica discreta. Recuperare lui ci risolverebbe il primo dei due buchi che abbiamo ancora in rosa, ovvero i due terzini di difesa, ruoli in cui siamo ancora notevolmente poco competitivi rispetto alle big europee. Ecco…se Zebina ritorna quello di 2-3 anni fa, al netto della "cappella" a partita che puntualmente fa (ma ormai mi sono abituato :D), beh con Caceres sulla sinistra (un po quello che fece Lippi con il primo Thuram bianconero), credo davvero che l'undici titolare diventi pari a quello della maggior parte delle big d'Europa…intermxxxx compresa, è chiaro 😀

    p.s: un bell'articolo su quanto l'Inter perda dalla cessione di Ibra? credo ne uscirebbe un bel discorso… 😉

    • ACB
    • 25 luglio 2009

    Ah, bel suggerimento quello! Ma aspettiamo prima la fine del mercato, casomai per miracolo prendono pure un giocatore buono!

    • davik
    • 25 luglio 2009

    Daccordissimo su Tiago, ma d'altronde con il cambio di allenatore credevo molto in questa sua rinascita. Si vede che è un giocatore di qualità, e quest'anno sta ritrovando quella grinta e quella precisione nel contrasti che lo ha sempre contraddistinto.
    Avrei dato un mezzo voto comunque al capitano che quando è in campo fa sempre sentire il suo peso. Marchisio leggermente sottotono a parte il gran tiro da fuori, forse avrei dato un mezzo voto in meno. E concluderei ricredendomi su Zebina, se continua con questa forma fisica è un buonissimo terzino, spinge in avanti e difende come poche volte gli avevo visto fare. Direi che i problemi a questo punto sono sulla sinistra con un Molinaro che non sappiamo quando troverà la condizione ottimale e un De Ceglie reduce dall'infortunio alla caviglia e che comunque non è un terzino classico.

    • maicone
    • 25 luglio 2009

    ciao ACB
    io non capisco il senso del tuo ultimo post su twitter. stai cercando di mettere in piedi una community parallela a quella del forum? o qual'e lo scopo?

    • ACB
    • 25 luglio 2009

    No. Voglio semplicemente ascoltare i vostri pareri, vi voglio propositivi, e non solo lettori della cinguettate. I forum non c'entrano.

    • Framauri
    • 25 luglio 2009

    Ragazzi ma avete visto che bella partita che ha fatto zebina?

    • lubemark2006
    • 27 luglio 2009

    ciao antonio complimenti per gli articoli. apprezzo molto anche le schede, anche perchè è quello che spesso manca nelle trasmissioni sportive che parlano di calciomercato: magari ti informano su quello che hanno mangiato a cena il DS e il procuratore di turno (vabbè credo lo facciano per dare una patina di veridicità alle loro illazioni) e poi sul piano tecnico poco o nulla (niente filmati, rare statistiche, spesso quando discutono sbagliano pure l'età dei giocatori (ad esempio i detrattori di d'agostino continuano a dire "comè che è spbocciato solo ora a 28 anni", peccato che ne abbia compiuti 27 un mese fà…
    per finire un suggerimento se potessi allegare qualche video alle schede soprattutto per i giocatori meno noti

  1. 25 luglio 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: