Il Giallo Azzurro de La Stampa

Il "meniscopatico"

Il "meniscopatico"

Oggi evidentemente è giornata.. Su LaStampa.it è infatti apparso un misterioso articolo titolato “Giallo Azzurro”. All’interno viene spiegato il presunto “mistero” di Marchisio. Cito:

Le cose stanno così. Marchisio soffre da qualche tempo di una «meniscopatia» che, come ha spiegato il medico della Nazionale, Castellacci, può indicare un dolore ma anche essere il segnale di una lesione

In altre parole non indica niente.

I primi sintomi li avvertì contro il Genoa, quando uscì nella ripresa, al culmine di una prestazione da incorniciare («Sono crampi, con quanto ha corso..» minimizzò Ferrara)”.

E cosa c’entra la meniscopia? Si tocca le caviglie e il polpaccio e dipende dal menisco che si trova all’altezza del ginocchio? Sarà mica tipo la Barbie di mia figlia, ormai ridotta a pezzi? Vabbè, continuamo a leggere insieme:

Tre giorni dopo, Marchisio giocò maluccio 90’ contro il Bologna e altrettanti ne fece a Monaco quando il dolore divenne insopportabile per colpa del terreno troppo duro:

E la meniscopatia?

soltanto allora la Juve lo indirizzò da uno specialista, il professor Quaglia, che consigliò di tenere il ginocchio sotto controllo ma senza allarmarsi”.

E la Juventus non si è allarmata. Non si capisce però che vuol dire “soltanto allora”. E’ solo allora che ha lamentato dolori! Contro il Bologna no, e infatti ha giocato 90′. E ha giocato pure 90′ a Monaco. Ricapitolando: Marchisio gioca tre partite di fila in una settimana, non viene mai sostituito (tranne per crampi contro il Genoa nel finale), poi comunica dopo l’ultima partita di avere forti dolori non più sopportabili e viene mandato dal professor Quaglia? Che, tra parentesi, come potete leggere qui è un consulente “ufficiale” della Juventus ed è il responsabile scelto dal prof. Goitrè per quanto riguarda problemi di Ortopedia e Traumatologia? Fin qui tutto normale, mi verrebbe da dire. E’ questo collegamento con i crampi di Genova che semmai non si capisce da dove esca fuori.

Infatti se il menisco non è lesionato e il dolore è ridotto ad un livello accettabile, con le dovute precauzioni si può rinviare per mesi, qualcuno dice addirittura per anni, l’intervento del chirurgo. E questa è stata la strategia della Juve nonché la prima reticenza.

A parte che oltre a rinviare l’intervento del chirurgo si può anche evitarlo del tutto, se si tratta di un semplice dolore passeggero e non è prevista obbligatoriamente l’operazione.. non si capisce quale sia stata la prima reticenza della Juventus.. (nè tantomeno poi si saprà la seconda)..

«L’errore – ammettono a Vinovo – è di non aver chiarito pubblicamente di cosa si trattava».

Ammettono chi? Di solito i virgolettati si accompagnano da un nome e un cognome. Ma, a parte questo, cosa avrebbero anche volendo dovuto chiarire? Una meniscopatia non vuol dire niente. Mi spiego meglio: La parola “meniscopatia” è un termine descrittivo radiologico. Significa che il radiologo vede un’immagine di alterazione a livello della porzione esterna (in questo caso) del menisco. Sia chiaro: una rottura potrebbe anche esserci, ma serve la conferma clinica. Che al momento ancora non c’è, come spiegato.

Il forfait di Palermo venne contrabbandato come concessione di una giornata di riposo. Perché? Perché con l’infermeria piena e sotto l’effetto dell’infortunio muscolare di Del Piero non si voleva aggiungere un altro numero alla statistica dei troppi malati. Meglio cavarsela con un improbabile «riposo» del guerriero.

A parte che “contrabbandato” è un termine che non userei in questo modo, non si capisce il collegamento con l’infortunio muscolare di Del Piero: il menisco non è un muscolo! E la preparazione atletica bianconera non c’entra assolutamente niente, in ogni caso (così come nel caso di Del Piero, aggiungerei, che da qualche anno si affida già ad un preparatore personale privato). Lo si è giustamente tenuto a riposo contro il Palermo perchè si voleva aspettare per vedere se col tempo il dolore passava, e perchè non si aveva e non si ha ancora la certezza della rottura del menisco (o l’avrebbero già operato in giornata: è un intervento in artroscopia e già il giorno dopo si riesce a camminare con le proprie gambe: ripeto.. esperienza diretta). Tra l’altro è lo stesso atteggiamento tenuto da Castellacci: avendo tra le mani semplicemente una diagnosi di meniscopatia e non altro, si è atteso di vedere se il dolore passasse sperando addirittura in un recupero per il match contro l’Irlanda.

Il dolore però non è passato. «Mi fa molto male», ha ammesso ieri il giocatore, comprensibilmente irritato:

Con chi? Col mondo?

in due giorni non ha potuto fare neppure un allenamento e, sebbene a Coverciano l’Ufficio Insabbiamenti abbia cercato di mantenere il segreto, lo juventino è stato sottoposto a un controllo che avrebbe dato lo stesso responso del professor Quaglia. Per il momento si tratta di un dolore e non compare una lesione evidente del menisco.

E allora? Perchè si sarebbe dovuto irritare Marchisio? Per una non-lesione del menisco?

Tra Firenze e Torino sono intercorse molte telefonate. Alla fine ha prevalso la linea di Lippi: Marchisio rimane a disposizione della Nazionale fino a questa sera o domattina, con la speranza che il dolore si attenui e che possa andare in campo contro l’Irlanda del Trap.

La linea di Lippi? Cito una intervista rilasciata da Castellacci nella giornata di ieri: “”Il giocatore presenta una meniscopatia esterna, ovvero una sofferenza meniscale al ginocchio sinistro. Da parte dello staff medico azzurro c’è la volontà di tenere due o tre giorni il giocatore con il gruppo a Coverciano”. Mi pare si sia espresso in italiano. Quindi ricapitolando: l’ “Ufficio Insabbiamenti” di Coverciano (cioè Castellacci? Lippi? Chi è?) avrebbe effettuato un controllo identico a quello del prof. Quaglia (non si capisce dove e con chi, ma saranno dettagli…) che avrebbe dato lo stesso responso del prof. Quaglia (ma va?), cioè “per il momento si tratta di un dolore e non compare una lesione evidente del menisco” (leggasi: meniscopatia). E quindi? Dove sarebbe la reticenza (anzi, le reticenze, visto che so’ più di una..) della Juventus?

Forse doveva tirargli i piedi come fatto dal giornalista?

P.S. In tutto questo magari non era sbagliato ricordare come il professor Guadino, di cui trovate una scheda cliccando qui, è il responsabile della gestione degli infortuni della Juventus F.C. e – allo stesso tempo – è il secondo preparatore atletico della Nazionale Italiana assieme a Castellacci. Cioè in pratica lo ha seguito sempre lui, sia a Torino che a Coverciano. E non si capisce tra chi sarebbero intercorse queste numerose telefonate tra Firenze e Torino, essendo Gaudino a Coverciano, ed essendo Neri (il responsabile dei preparatori atletici della Juventus) impegnato con la Nazionale inglese. Avranno fatto una teleconferenza? E’ questo il vero “Giallo Azzurro”.

Pubblicità
    • garrison
    • 9 ottobre 2009

    Ricostruzione perfetta. Ma sbaglio o alla Stampa (e non solo lì…direi anche a Repubblica) c’é qualcuno a cui la Juve (o la dirigenza della Juve) proprio non va giù?

    • Antonio Corsa (ACB)
    • 9 ottobre 2009

    Così pare.

    • sogno
    • 9 ottobre 2009

    però la situazione dei nostri infortunati ripeto (forse qua non l'ho scritto) è superiore alla media dei club europei e non mi sembra che siamo messi meglio rispetto al passato.

    • Er Rigo' de Ron
    • 9 ottobre 2009

    Sogno e ci credo abbiamo tanti vecchietti e giocatori con le muscolature di porcellana… vedi vari tiago, cannavarro,zebina, grygera, bradzo,chiellini ecc…ecc. ec….

    • beppe schio
    • 9 ottobre 2009

    i giornalisti sono sempre a cercare la polemica. un pò di sana oggettività e semplice resoconto dei fatti sarebbe molto apprezzato. ottima disanima ACB!

    • sogno
    • 10 ottobre 2009

    PECCATO CHE MARCHISIO SI OPERI !! Gli infortuni sono molto di più rispetto lo scorso anno Vogliamo dare la colpa a Ranieri anche di questo? I dati sono questo volenti o dolenti…o si dice in un altro modo….

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: