In his own words: il dott. Bartolomeo Goitrè

Goitrè (a sx) con Caceres e Fonseca

Il dott. Goitrè (a sx) con Caceres e Fonseca

«Per Marchisio si è trattato di una alterazione (e non lesione) del menisco esterno destro, già nota alla società a marzo, ma che non aveva procurato fastidio al giocatore. Soltanto il giorno successivo alla partita di Monaco, il centrocampista ha accusato dolore e abbiamo avvertito della situazione anche la Federazione. Si è provveduto, in accordo con Marchisio, a una terapia conservativa, che però non ha dato esiti. L’intervento di sabato è perfettamente riuscito e si è salvato il menisco del giocatore, fondamentale per l’equilibrio del ginocchio, a differenza di quello interno, che prevede tre settimane per il recupero, mentre in questo caso ne occorrono sei. Buffon invece ha accusato il problema a luglio, ma nonostante il suo menisco esterno sia lesionato, non ha mai avvertito dolore. Attualmente non corre rischio di danneggiare la cartilagine, ma è chiaro che il menisco è da asportare, perchè alla lunga potrebbe causare problemi. Gigi comunque è monitorato ogni giorno, con la supervisione del collega Quaglia (l’ortopedico di fiducia della Juventus, ndr): se continua così, si può arrivare a dicembre. Ma in caso contrario, siamo pronti all’intervento in qualsiasi momento».

«Non si registra alcun caso di recidiva muscolare, nè l’umidità può essere considerata responsabile degli infortuni. Si gioca ogni tre giorni e molti calciatori della Juventus, oltre all’età avanzata, hanno carriere lunghe e contrassegnate da qualche infortunio serio. Per un medico sportivo sono grandi vittorie essere riusciti a far tornare a giocare gente come Trezeguet (dopo il doppio intervento al tendine rotuleo) e Zebina, che ha avuto problemi infiammatori per lungo tempo: abbiamo trovato la soluzione tecnica giusta, come un plantare o una soletta, per risolverli. Un caso come quello di Sissoko, invece, è delicato in sè: la letteratura medica prevede, infatti, dopo una infrazione al metatarso, la recidiva nell’80% dei casi. Noi, con l’intervento di Lione, abbiamo ridotto la percentuale della metà. Con Del Piero e Cannavaro, il problema è completamente risolto».

A parlare è il dott. Bartolomeo Goitrè, responsabile medico della Juventus. Non serve aggiungere altro.

Pubblicità
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: