Video integrale della presentazione di Roberto Bettega, nuovo vicedirettore generale

Di nuovo insieme

Di nuovo insieme

Dopo la nomina arrivata mercoledì scorso, prima conferenza stampa da neo vicedirettore generale di Roberto Bettega. Inizia così il quarto capitolo della storia bianconera di Bobby Gol: prima ragazzino del Settore Giovanile, poi campione affermato per contribuire ai tanti successi degli anni ’70 e ’80, infine dirigente tra il 1994 e il 1997 in un’altra Juve altrettanto vincente. Ora la nuova avventura che tutti, lui per primo, spera altrettanto ricca di soddisfazioni. Soddisfazioni da ottenere con i fatti e non con le parole («preferisco agire che dire»). Come sempre successo nella lunghissima carriera di Bettega, che nella sua presentazione pubblica ha toccato tutti i temi del momento.

La Juve sempre prima. «Mi attende un compito importante e di grande responsabilità. Nella mia storia, che è sempre stata juventina, ho sempre cercato di non stare al centro dell’attenzione. La Juve è sempre stata davanti a tutto e lo sarà anche stavolta».

La Juve è il sogno. «Ho sempre interpretato la Juve come la realizzazione di alcuni miei sogni. Quando nel 2007 sono andato via, avrei potuto mettermi sul mercato. Ma per me il calcio è la Juve, non conosco altre alternative. È la quarta volta che inizio un’avventura alla Juventus, ma il mio rapporto non si è mai interrotto. È un momento importante e mi fa enormemente piacere che si sia pensato a me. Darò quello che posso dare e spero sia sufficiente per raggiungere i risultati».

Gioco di squadra. «Ho sempre creduto nel gioco di squadra e il calcio lo è. Questa è la ricetta per progredire e fare bene. Quella vista in campo nelle ultime partite non è la Juve vera, bisogna riportarla serenamente a quella di due mesi fa. Lo faremo nei tempi necessari, sapendo che nessuno ha la bacchetta magica e che ci sarà bisogno di tutti. La cosa più immediata da fare è quella di entrare nei problemi, il più velocemente possibile, per far riprendere la corsa di questa squadra».

Sguardo al futuro. «Non rinnego niente di quanto fatto nella precedente esperienza. Oggi ho rivisto tanti ragazzi che erano già qui e che quegli Scudetti li hanno vinti sul campo. Comunque adesso guardo solo al futuro e non al passato».

Un sostegno per Ferrara. «Sarà importante far percepire alla squadra che abbiamo un obiettivo comune. Ferrara sa che avrà un aiuto e un sostegno in più. Cosa gli ho detto? La cosa più importante è stato l’abbraccio, senza parole».

Del Piero risorsa in più. «Sarebbe irriguardoso nei confronti di Del Piero parlare di problema. Per quello che ha dato, per quello che sta dando e per quello che ancora darà alla Juventus».

Bettega e gli Agnelli. «Ho visto con piacere la visita di John Elkann e Andrea Agnelli, che ha dimostrato l’attaccamento della Famiglia, anche dopo la scomparsa dell’Avvocato e del Dottore. Nessuno è eterno, ma è il marchio che va avanti. Gli Agnelli ci mancano, ma a me manca tanto anche l’avvocato Chiusano. È una gioia aver potuto lavorare con loro e non cambierà il feeling con gli eredi».

Feeling con i tifosi. «Sarà importante ritrovare l’affetto dei nostri tifosi, anche loro fanno parte della squadra e devono dare il loro contributo aiutando i ragazzi durante la partita».

Pubblicità
    • mamboccc
    • 28 dicembre 2009

    ormai si fa la presentazione anche per il nuovo magazziniere (con tutto il rispetto per il magazziniere), altrimenti che ci sta a fare SKY 24 ??????
    A parte tutto, bentornato, chissà se qualcuno inizia a "tremare", mi piace leggere la parte dove Blanc passa TUTTE le deleghe tecniche a Bettega, fermo restando che rimarrà sopra di lui a vagliare; l'ho già detto e lo ripeto, un passo indietro ufficile che gli rende onore, perchè ha capito di non potercela fare da solo, e credo che di questi tempi non sia un gesto da disprezzare.

    • garrison
    • 28 dicembre 2009

    Non penso che Bettega possa fare i miracoli. Certo, lui come noi, era un tifoso che soffriva dall'esterno, per fortuna ora é ritornato "dentro". Spero ci metta competenza e fantasia (già quell'accenno all'immobilismo sul mercato non mi é piaciuto), x adesso bentornato.

    • R-Style
    • 28 dicembre 2009

    non c'è cosa più bella che sentire un dirigente parlare da juventino, da vincente, da competente….era dal 2006 che non avevo questa sensazione positiva…bentornato bobbygol!!!!!!!

    • Maskered
    • 29 dicembre 2009

    Io non ho nessuna fiducia….

    • sogno
    • 29 dicembre 2009

    @maskered:

    per il vostro splendido blog e per tutti:

    sapete come la penso riguardo la nostra Juve, il don chisciotte contro la società, il paladino della triade, il racoroso tifoso di serie c, come ci chiamava il ns ex presidente, la juve morta nel 2006 anzi a vole vedere nel 2004 dopo le dichiarazione di uno e trino ….sogno oggi incomincia a sperare

    a distanza di quasi 4 anni è ora di dire NO.
    È ora di affermare con orgoglio di essere tifosi della Juventus, della squadra più gloriosa d’Italia e del Mondo, con oltre 110 anni di storia che, nonostante tutto quel che è successo, rimane SENZA MACCHIA.
    Perché di questo stiamo parlando, giusto???

    Ormai non c'è solo Internet a diffondere una ricostruzione logica di quanto è avvenuto quasi quattro anni fa: nel frattempo abbiamo vissuto processi, mancati procedimenti a carico delle squadre che avevano sul groppone problemi ben peggiori dei nostri proprio mentre continuavano le persecuzioni giuridico-sportive ai nostri danni, e chi più ne ha più ne metta. Ma soprattutto abbiamo vissuto insieme a Moggi il proscioglimento nel procedimento detto “Calciopoli 2”, abbiamo letto la sentenza di primo grado del processo GEA, abbiamo visto l'assoluzione del falso in bilancio fatta dalla stessa società di oggi, abbiamo finalmente assistito a dichiarazioni di importanti giornalisti che cercano di aprire uno squarcio di verità, assistiamo ogni giorno crollare quelle accuse nel processo di Napoli
    Insomma il muro comincia a sgretolarsi.

    Oggi abbiamo visto e sentito parlare di calcio più di quanto non hanno fatto in questi anni e queste parole non potevano provenire che da uno Juventino vero come lo siamo tutti noi feriti o umiliati..

    Allora, amici di tutti i forum e del forum dell'uccellino, noi aspettiamo le Vostre opinioni, saremo ben felici di confrontarci con Voi e accogliere i Vostri suggerimenti, perché ogni contributo è importante e ogni opinione fa accrescere l’importanza delle nostre lotte.
    Lotte che, comunque, sono le Vostre da sempre, indipendentemente dall’essere juventini di serie c o meno.

    Noi siamo qui per difendere la Juventus e l’onore dei tifosi Juventini.
    Vogliamo che attraverso questi forum la nostra voce si diffonda e non si fermi davati a niente

    Un ringraziamento a tutti i voi che siete la juventus.

    Buon Anno Ragazzi

    • Marco 1979
    • 29 dicembre 2009

    quest'intervista è sintomo pieno del fatto che blanc ha sempre risposto diciamo "da politico" .
    bettega risponde ai giornalisti come è giusto che faccia una persona autoritaria e che non vuole che ci si "infili" troppo nell'ambiente della squadra e della società. Risponde a tono e mette paletti ma non è mai di facciata.

    BENTORNATO bobby 😉

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: