Archive for the ‘ News generiche ’ Category

Christian Chivu operato al cranio. Auguri per una completa guarigione

chivuIl difensore dell’Inter, Christian Chivu, è stato operato alla testa all’ospedale di Verona dal professor Turazzi e dalla sua equipe: il giocatore era stato sostituito all’inizio del secondo tempo dopo uno scontro con Pellissier ed era stato subito portato via con l’ambulanza. Al difensore nerazzurro è stata riscontrata una frattura all’osso parietale destro con ematoma. L’intervento immediato si è reso necessario per rimuovere proprio l’ematoma e per saldare la stessa frattura. L’operazione, a cui ha assistito anche il professor Combi, responsabile dello staff medico dell’Inter, è perfettamente riuscita ma non sono stati resi noti i tempi delle degenza di Chivu e quelli del suo recupero, anche se si può ipotizzare che la sua stagione rischia di essere finita. «Il trauma aveva provocato una frattura con l’affossamento della teca cranica verso l’interno e un ematoma di dimensioni contenute. L’operazione si è resa necessarria soprattutto per la presenza di questo ematoma e per risollevare i frammenti ossei sprofondati verso il cervello. Sono state poste in atto le condizioni affinché lo stesso ematoma non si riformi. E’ andato tutto bene, la parete cerebrale è apparsa indenne e la scatola cranica è stata ricostruita con l’osso del paziente, che ha riacquistato un profilo normale. Noi siamo fiduciosi che possa guarire e che tutto vada a buon fine».

Al giocatore vanno i sinceri auguri di pronta guarigione da parte dello staff del blog.

Pubblicità

The 11+: il metodo di prevenzione per gli infortuni messo a punto dalla FIFA

fifa the11Il calcio, così come molti altri sports, comporta un certo rischio di infortuni per i giocatori. Ad ogni modo, una ricerca scientifica ha dimostrato come l’incidenza di questi infortuni possa essere drasticamente ridotta attuando un programma di prevenzione specifico. Il programma “The 11+” è stato sviluppato dal centro di ricerche mediche della FIFA (F-MARC) in collaborazione con un gruppo di esperti internazionali. Non necessita di alcun macchinario costoso se non di un comunissimo pallone da calcio, e può essere completato in 10-15 minuti. “The 11+” dovrebbe essere eseguito in ogni allenamento subito dopo il riscaldamento e lo stretching.

Per chi fosse interessato, può accedere al SITO UFFICIALE del programma e scaricare il poster ufficiale e le cards per eseguire correttamente gli esercizi. E’ possibile anche vedere una dimostrazione video degli stessi. Purtroppo è in inglese e in altre lingue, ma non in italiano, ma è comunque un linguaggio piuttosto comprensibile.

Leo Messi vince il Pallone d'Oro

Lionel Messi

Lionel Messi

Il Pallone d’oro 2009 è stato assegnato a Lionel Messi del Barcellona. Lo ha reso noto nella notte il sito di France Football, la rivista francese che ha creato il premio nel 1956. Con 473 punti, Messi supera abbondantemente il portoghese Cristiano Ronaldo (ora al Real Madrid), vincitore nel 2008, che ha ricevuto 233 punti dai giurati di France Football. Dopo Messi e Cristiano Ronaldo sono stati votati Xavi (170 punti, terzo) e Iniesta (quarto con 149 punti). L’interista Samuel Etò’o è quinto con 75 punti. Zero italiani, come saprete, ammessi tre i 30 finalisti. Parere personale flash: scontato e meritato. Di seguito la classifica completa: Continua a leggere

Laccetti rossi per i giocatori Nike per combattere l'AIDS

Cannavaro mostra i laccetti

Cannavaro mostra i laccetti

Già dalla prossima partita, Juventus-Inter, vedrete diversi giocatori in campo che calzeranno i loro abituali scarpini Nike con dei particolari laccetti rossi, piuttosto vistosi. Si tratta di una nuova campagna di sensibilizzazione che partirà in concomitanza con la giornata mondiale per la lotta contro l’Aids e promossa dall’azienda americana produttrice di abbigliamento sportivo e dal cantante degli U2 Bono Vox. Le stringhe rosse saranno il simbolo della guerra alla malattia, e i proventi della loro commercializzazione da parte della Nike andranno Continua a leggere

Robin Van Persie sperimenta una rivoluzionaria cura per gli infortuni….

Robin Van Persie

Robin Van Persie

In effetti questa ancora non si era sentita. Robin van Persie, attaccante olandese dell’Arsenal infortunatosi nell’ultimo match amichevole contro l’Italia, per accorciare i tempi di recupero dall’infortunio ai legamenti della caviglia (prognosi di sette settimane effettuata da due diversi luminari olandesi) si sottoporrà ad una cura basata su massaggi effettuati con un fluido derivato dalla placenta. Continua a leggere

Aiutiamo il piccolo Vittorio

(riporto in alto: forza, ragazzi!!)

Riporto integralmente, sposando pure io la causa, un post apparso oggi nel forum Vecchiasignora.com. Potete consultare il link CLICCANDO QUI.

Oggi pubblichiamo questo, non si parla di calcio come nostro solito, ma di vita. La storia di Vittorio alcuni la conoscono per averla letta sui giornali, altri la leggeranno nell’immagine sottostante. Alberto, il papà di Vittorio, ci ha contattato telefonicamente, ha chiesto una mano e noi l’abbiamo subito tesa ma ora occorre il sostegno di tutti


(clicca per ingrandire) Continua a leggere

Addio, Robert!

Tuttosport in difficoltà: la solidarietà del nostro blog.

logo_tuttosportUn altro quotidiano nazionale si aggiunge alla lista delle realtà editoriali messe in ginocchio dalla crisi. L’ultimo a dover fare i conti con piani di ristrutturazione e casse integrazioni è il giornale sportivo torinese “Tuttosport”. Il comitato di redazione del quotidiano ha giudicato “assolutamente irricevibile e anche offensivo” il piano di ristrutturazione proposto dall’editore che prevede 19 esuberi su un corpo redazionale di 53 elementi compresa la figura del Direttore. “La linea scelta dal Gruppo – è precisato in un comunicato pubblicato ieri sul quotidiano sportivo – metterebbe fortemente a repentaglio il posto di lavoro di tutti i redattori di Tuttosport e non solo dei 19 in esubero, in quanto sarebbe foriera di un depauperamento del prodotto che verrebbe stravolto nei contenuti. La linea stessa non è certamente motivata da un solo bilancio chiuso con un passivo di 540mila euro, riferito all’anno 2008, a fronte di otto bilanci, invece, in attivo che al nostro editore hanno fruttato quasi 18 milioni di euro”. La redazione del quotidiano, inoltre, ha affidato al Cdr un pacchetto di 10 giorni di sciopero e ha ritirato a tempo indeterminato le firme dal giornale. Al giornale e al Direttore De Paola va la solidarietà del blog dell’Uccellino di Del Piero: spesso ci hanno diviso idee differenti, metodi differenti, ma Tuttosport resta comunque il giornale di riferimento per ogni Juventino, ed è brutto vederlo versare in queste acque. Serve la voce di tutti. E poi serve la libertà di scegliere quella migliore.

(Credits: giornalismoblog.it)

Scolari? Macchè! Vince sempre il Mou!!

Primo!Come si sono permessi quegli stupidi inglesi anche solo a pensare che Scolari, fresco della firma con gli uzbeki del Bunyodkor, sia al momento l’allenatore più pagato al mondo! Uno smacco inconcepibile! E ora chi glielo dice a Mourinho? Tranquilli, ci ha già pensato la Gazzetta dello Sport. Prontissimi gli 007 in rosa hanno indagato e hanno scoperto il trucco (c’è voluto addirittura un quotidiano portoghese di nome “Economico”, pensate…): sono 13,7 milioni per 18 mesi, non per 12. Il che rapportato ad un anno significa “solo” 9,13 milioni di euro. Briciole, a confronto degli 11,5 dell’uomo di Setubal. Bene, ora posso andare a dormire tranquillo. Notte. P.S. Chi glielo spiega poi a Moratti  che Guardiola ha vinto tutto prendendo 1,45 milioni di euro?

Tuttosport: Ranieri rinunciò a Diego. Gazzetta: no, fu Mourinho!

DiegoLe liti fra “The Special One” ed il “Camaleonte” di Testaccio sono famose, e francamente anche… noiose! Ma questa è divertente. Qualche giorno fa Camillo Forte, giornalista di Tuttosport, rivelò in esclusiva al Processo di Biscardi che la Juventus bloccò Diego già nel giugno 2008, ma fu Ranieri a far saltare l’acquisto (così come quelli di Xabi Alonso e Van Der Vaart). Bene. Oggi sfoglio la Gazzetta dello Sport e cosa ci ritrovo? Un articolo di Carlo Laudisa in cui viene scritto, addirittura nei dettagli, che fu invece l’Inter di Moratti, nel giugno 2008, a bloccare Diego (con tanto di incontro di giocatore e padre procuratore nella sede della Saras col patron). Branca raggiunse un accordo per 20 milioni di euro, ma.. chi si oppose? Sì, proprio lui, l’uomo da 11 milioni netti l’anno. Motivo? Voleva un’ala (Quaresma, nello specifico). E’ proprio vero… litigano su tutto! Ma questa sul “chi l’ha scartato prima” ci mancava.