Posts Tagged ‘ Giovanili ’

Provini per ragazzi classe 1994 e '95 a Vinovo (c'è pure Miguel Sanchez, il famoso argentino…)

giovaniliI più attenti si ricorderanno della segnalazione fatta su Twitter 6 giorni fa circa un “argentino” per le giovanili.. Oggi che Tuttosport ne ha rivelato il nome, posso riportare per intero l’articolo del giornale torinese.

Arrivano da tutta Italia, e persino dal Sudamerica, con il loro carico di sogni, la loro voglia di giocare e divertirsi, la speranza di indossare la maglia bianconera e, chissà, avere un futuro nel mondo del calcio. In questi giorni a Vinovo si stanno svolgendo i provini per alcuni ragazzi classe 1994 e 1995, che culmineranno domani con un’amichevole nella quale potranno far emergere le loro caratteristiche e peculiarità. C’è un numero 10 che proviene dall’Umbria, futuro Del Piero, accompagnato dal papà; ci sono alcuni Allievi della provincia di Napoli e poi c’è Miguel Sanchez, ragazzino argentino segnalato da Angel Moretto, il talent scout che il capo degli osservatori Renzo Castagnini ha messo sotto contratto portandoselo dal Piacenza. Chi lo ha visto esibirsi sui campetti di Vinovo lo ha già definito un fenomeno. E, dopo l’ingaggio dal Sudtirol di Manuel Fischnaller, un altro baby talento potrebbe arrivare, il giovanissimo (16 anni) difensore Carlos Garcia, promettente centrale degli svedesi del Djungarden. Nato a Stoccolma, figlio di madre svedese e padre del Nicaragu, ha collezionato 14 presenze internazionali ed è il capitano della Svezia U-16. La Juventus prosegue, quindi, sulla scia della linea verde, portata avanti cor orgoglio dalla dirigenza pre e post calciopoli e valorizzata dal passaggio in prima squadra di molti giocatori. (Credits: Tuttosport cartaceo)

Il ragazzo scartato, straniero dell’Est Europa, magari ve lo rivelo ad ufficializzazione avvenuta. Per ora è giusto che tutti sognino e si divertano. 😉

Pubblicità

Il personaggio: Massimo Carrera

CarreraCHI E’ MASSIMO CARRERA:
Cresciuto nella Pro Sesto, in Serie D, è passato in C2 nell’Alessandria e in B con Pescara e col Bari. Nel 1989 la promozione con i pugliesi in A, e i due campionati ad alti livelli che gli valgono, nel 1991, la chiamata nella squadra di cui da sempre è tifoso sfegatato: la Juventus. In bianconerò giocherà 5 stagioni collezionando 114 presenze ed 1 gol. A 32 anni, dopo aver vinto Scudetto, Coppa UEFA, Coppa Italia, Supercoppe varie e Champions League, è finito a Bergamo, nell’Atalanta, per altri 7 anni, per poi giocare nel Napoli da 39enne in B. A 40 anni suonati, è arrivata l’esperienza al Treviso e, dal 2005 al 2008, quella nella Pro Vercelli, in C2, nella quale ha giocato fino alla veneranda età di 44 anni, record (oltre 900 gare ufficiali disputate). Per lui anche una presenza in Nazionale, simbolica ma significativa. L’anno scorso, dopo un anno sabbatico trascorso con la famiglia, ha conseguito il patentito da allenatore di seconda categoria ed è tornato alla base, al suo vecchio amore.

DI COSA SI OCCUPERA’:
L’incarico che gli è stato affidato è quello di coordinatore tecnico del settore giovanile (prenderà il posto di Dodo Sormani, passato in prima squadra assieme a Ciro Ferrara). Sarà il responsabile di tutti gli allenatori del settore giovanile dalla Primavera ai Giovanissimi, fungendo da supervisore. Dovrà insomma impostare il lavoro delle squadre, ma anche, a rotazione, affiancare i vari allenatori durante gli allenamenti per curare sia il gesto tecnico dei singoli giocatori, ma anche i movimenti dei vari reparti. Un “insegnante”, insomma, in piena regola, che si occuperà di tutto il settore giovanile. Un compito che ha accettato al volo, nonostante paresse inizialmente più intenzionato ad allenare direttamente in prima persona. E non è detto che in futuro…