Posts Tagged ‘ mASSIMO mORATTI ’

I mal di pancia di Massimo Moratti

MorattiÈ ufficiale, Massimo Moratti ha un’ulcera duodenale che lo perseguita, conseguenza di un paio di mesi di gastrite cronica. Non si spiega diversamente. A cosa sono dovuti questi fastidiosissimi disturbi? Semplice, la Juventus è tornata! Come e forse più forte di prima. Pensavano di averci ucciso, o quantomeno mandato in purgatorio per una decina di anni. Invece, siamo di nuovo lì, fastidiosi come nessuno mai per chi negli ultimi anni è stato abituato come recita uno spot televisivo a “vincere facile”. Le nuove difficoltà hanno indotto Moratti ad una serie di esternazioni cui voglio rispondere con pacatezza e serena fermezza.

Massimo Moratti: “Anche a me piacerebbe avere tanti nazionali italiani. In ogni caso l’Inter campus va in giro per il mondo, anche senza italiani, ma con grande successo”
Eh.. lo so che ti piacerebbe, ma purtroppo non ce li hai e non ce li avrai mai, poiché negli acquisti ti affidi a politiche e a persone che non seguono le stesse logiche che segue la Juventus, non da oggi, né da ieri, ma da oltre 100 anni. Non è un caso che le più grandi nazionali italiane abbiano sempre avuto un nucleo tosto bianconero.

Massimo Moratti: “Lippi tifa Juventus? Allora io tifo Lazio”.
Questo signore o non capisce l’italiano, o è duro di comprendonio. Durante il trofeo Berlusconi dello scorso agosto a domanda “Chi vincerà lo scudetto?”, Marcello Lippi rispose ai microfoni di Sky “Secondo me la Juventus”. Ora le due frasi “Secondo me la Juventus” e  “Io tifo Juventus” sono differenti in tutto: nel significato, nella semantica, nella cacofonia. L’una è per farla breve un pronostico, l’atra un’esternazione di fede. Per quanto Lippi possa avere a cuore la Juventus non si è mai lasciato andare a professioni di fede così esplicite. Probabilmente il presidente dell’Inter non sa cosa siano le professioni di fede o forse le persone da cui è circondato e che lo hanno consigliato in questi anni gli hanno fatto perdere del tutto il lume della ragione. Al massimo avrebbe potuto fare una battuta su Cobolli Gigli, lui si “tifoso” del Milan nel derby. E non gli avrebbe detto niente nessuno, in quanto è normale fare i propri interessi e tifare contro la squadra rivale..

Massimo Moratti: “Ibrahimovic non è stato né ingeneroso, né offensivo”
Per chi se le fosse perse le dichiarazioni di Ibra sono state: “L’Inter per 17 anni non ha vinto niente, hanno raccolto solo delusioni, poi sono arrivato io e la storia è cambiata”. Sul fatto che queste dichiarazioni non siano offensive, posso essere d’accordo, ma leggermente ingenerose lo sono caro presidente Moratti. Questo signore ti sta dicendo che tu per 17 anni non eri nessuno, eri un perdente e che se non ci fosse stata Calciopoli che, con la collaborazione dell’establishment bianconero, ti ha consentito – ad un prezzo modico – di assicurarti le prestazioni del giocatore più decisivo degli ultimi 10 anni saresti stato per altrettanti e forse più anni UN PERDENTE. Nulla più. Anche se la stampa, sulla quale tu e il suo amico Tronchetti esercitate un enorme potere, dice o ti fa credere il contrario. Apri gli occhi, caro Moratti o il risveglio da questa sorta di incanto che stai vivendo, potrebbe essere più brusco e doloroso del previsto.

Pubblicità