Posts Tagged ‘ Mondiali 2010 ’

Riepilogo di calcio internazionale: il girone Centro-Sud America

Diego Lugano

Diego Lugano esulta per l'1-0

Privi dello squalificato Martin Càceres, gli uomini di Oscar Washington Tabarez compiono una impresa andando a vincere in Costa Rica nello spareggio grazie al gol di Diego Lugano e ad una ottima solidità difensiva che permette di chiudere il match senza subire gol. Il Costa Rica ha fatto la partita grazie al suo caratteristico gioco di palleggi che però in questa occasione è risultato troppo sterile e poco produttivo. Buona la gara del giovane debuttante Nicolás Lodeiro, accostato alla Juventus dai media in questi giorni. Il ritorno si giocherà mercoledì prossimo al Centenario di Montevideo.

Pubblicità

Riepilogo week end di calcio internazionale: il girone Asia-Oceania

Impresa storica per gli All Whites

Impresa storica per gli All Whites

Nella notte, la Nuova Zelanda si è qualificata per i Mondiali di Sudafrica 2010 grazie al successo casalingo per 1-0 sul Bahrain nel match di ritorno dello spareggio. La gara di andata si era conclusa 0-0. La vittoria degli All Whites porta la firma di Rory Fallon, a segno al 45′. All’inizio della ripresa il Bahrain ha fallito un rigore: il portiere neozelandese Mark Paston ha neutralizzato la conclusione di Sayed Mohamed. La Nuova Zelanda accede per la seconda volta alla fase finale dei Mondiali dopo l’esordio assoluto nell’edizione di Spagna ’82.

Riepilogo week end di calcio internazionale: il girone Europeo

Anelka eroe nazionale

Anelka eroe nazionale

Giornata di spareggi ieri. Impegnate fra le altre la Francia contro l’Irlanda del Trap nel big match di giornata. Vediamo di analizzarli tutti uno ad uno, ricordando che mercoledì prossimo ci saranno le gare di ritorno che decideranno le quattro qualificate mancanti del girone europeo. Continua a leggere

Ricapitoliamo le situazioni dei vari gironi di qualificazione di Sud Africa 2010..

ParaguayGRUPPO 1: Danimarca 18, Svezia 15, Portogallo 13, Ungheria 13..
Brutto pari esterno della capolista in Albania, che invece di chiudere i conti rimette la Svezia (vittoria soffertissima a Malta) in corsa. Si deciderà tutto in Danimarca, nello scontro diretto. Al terzo posto il Portogallo aggancia l’Ungheria a 13 punti vincendo proprio in casa loro (con gol di testa di Pepe e Tiago in campo titolare): la prossima sarà a campi invertiti, e i lusitani, spacciati fino al turno precedente, potrebbero ancora miracolosamente strappare un secondo posto valevole per gli spareggi.

GRUPPO 2: Svizzera 17, Grecia 14, Lettonia 14, Israele 12..
Niente da fare per la Lettonia, che non riesce nell’impresa di battere la Svizzera nella sfida di cartello giocata in casa: per gli elvetici gol del definitivo 2-2 di Derdyok a 10′ dalla fine. Fallisce il colpaccio anche la Grecia, che non va oltre l’1-1 in Moldova, restando seconda. Svizzera ancora prima, ma è ancora lotta aperta.

GRUPPO 3: Slovacchia 19, Slovenia 14, N.Irlanda 14, Rep.Ceca 12, Polonia 11..
Caos totale. Se la Slovacchia (senza Hamsik) vince in Irlanda 2-0 confermandosi regina assoluta del gruppo, dietro è ancora tutto in gioco. Colpaccio della Slovenia che batte 3-0 in casa la Polonia, staccandola forse irrimediabilmente. Grygera gioca 90′ nella passeggiata della Repubblica Ceca sul San Marino.

(Clicca sul titolo dell’articolo per continuare la lettura completa..) Continua a leggere

Qualificazioni Sud Africa 2010: Italia vs Bulgaria 2-0 (Grosso e Iaquinta)

GrossoPRESENTAZIONE:
La qualificazione dell’Italia ai mondiali del Sud Africa è ormai una formalità. Con la Bulgaria bisognava vincere e convincere e così è stato. Ora la nazionale di Marcello Lippi vanta 4 punti di vantaggio sull’Eire di Giovanni Trapattoni: basterà un pareggio nel prossimo match per avere la matematica certezza di far parte della fase finale.

IL COMMENTO DI NUMERO 7:
Marcello Lippi si affida a ben 7 giocatori bianconeri e il gruppo della Vecchia Signora non lo tradisce. Tutto il gruppo, in ogni caso, ha fatto la sua parte per quella che è stata forse una delle vittorie più convincenti della nazionale del 2009. A dire il vero, in alcuni frangenti si è vista qualche sfilacciatura che ci ha messo in apprensione, ma ci hanno pensato un Buffon in forma strepitosa (ancor più caricato dalla relegazione da parte di alcuni pseudo-giornalisti sportivi, al quarto posto nella graduatoria dei migliori portieri mondiali) e un Cannavaro sempre attento e tonico a tappare le falle difensive. Il centrocampo stile Juventus ha funzionato alla perfezione con De Rossi al centro e Camoranesi (autore di alcune pregevoli giocate) e Marchisio (un vero e proprio mastino) ai suoi fianchi. Pirlo ha giostrato dietro le punte confermando che, forse, vista l’età sarebbe meglio sollevarlo da compiti difensivi e farlo sempre giocare qualche metro più avanti. Le azioni dei due gol sono state pura poesia calcistica. Sul primo Grosso e Pirlo hanno hanno confezionato un capolavoro, con il primo abile ad iniziare l’azione ed a concluderla con una progressione impressionante, il secondo invece autore di un assist illuminante. La seconda marcatura è frutto di una combinazione veloce (iniziata dallo stesso Grosso) tra Iaquinta e Gilardino sul filo del fuorigioco che molti di voi magari hanno provato spesso, ma senza successo, alla Playstation. Confortante la prestazione, insomma, ottima la gestione della partita anche nelle fasi di difficoltà e buon carattere dimostrato da tutto il gruppo. L’impressione è che sia migliorata anche la condizione atletica e che più in là i ragazzi di Lippi possano fare ancora meglio. Avanti Italia! O ItalJuve, se preferite.

IL TABELLINO
Italia: Buffon, Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Camoranesi, De Rossi, Pirlo, Marchisio (73′ Pepe), Gilardino (58′ Rossi), Iaquinta (84′ D’Agostino). All.: Lippi.
Bulgaria: Ivankov, Manolev, Angelov, Il. Stoyanov, Kishishev, Sarmov, Yankov (73′ Domovchiyski), S. Petrov, M. Petrov (63′ Goergiev), Berbatov, Rangelov (63′ Bojinov). All.: Stoilov.
Arbitro: Meyer (Germania).
Marcatori: 11′ Grosso, 39′ Iaquinta
Ammoniti: Chiellini, Yankov.

Don Fabio il SudAfricano..

CapelloDopo aver visto l’ennesimo trionfo dell’Inghilterra, che ha strapazzato ancora la Croazia (9 gol a 2 tra andata e ritorno), squadra che l’aveva estromessa dall’ultimo Europeo, credo il nostro caro vecchio Don Fabio meriti un post celebrativo tutto suo. Ha iniziato prendendo i Leoni inglesi al minimo storico, eliminati da EURO2008, col pubblico furioso e i media che bombardavano ogni giorno le strapagate stars della Premiership che avevano prodotto un tale flop. Non è stato facile, all’inizio: uno straniero ad allenare la squadra degli inventori del football era difficile da digerire per tutti, e infatti non sono mancate le solite stupide accuse di catenaccio, di difensivismo all’italiana, di calcio noioso. Tanto che, ad un certo punto, lo stesso Capello dichiarò che per i propri ragazzi era preferibile giocare in trasferta piuttosto che in casa, dove erano costretti a subire i fischi e la pressione, giudicati a priori prima ancora di scendere in campo. Sembra passata una vita, invece stiamo parlando di meno di un anno fa. Queste nel frattempo le gare disputate per qualificarsi ai prossimi Mondiali 2010 di SudAfrica:

06-09-2008 – Andorra 0 – 2 Inghilterra
10-09-2008 – Croazia 1 – 4 Inghilterra
11-10-2008 – Inghilterra 5 – 1 Kazakhstan
15-10-2008 – Bielorussia 1 – 3 Inghilterra
01-04-2009 – Inghilterra 2 – 1 Ucraina
06-06-2009 – Kazakhstan 0 – 4 Inghilterra
10-06-2009 – Inghilterra 6 – 0 Andorra
09-09-2009 – Inghilterra 5 – 1 Croazia

I numeri parlano da soli: 8 vittorie su 8, 31 gol segnati e solo 5 concessi. Un trionfo. Alla faccia del catenaccio e dello “straniero”. Fabio è diventato un lord. Grandissimo.