Posts Tagged ‘ Spalletti ’

Spalletti verso l'addio, Ranieri verso la Roma (e ripartono gli attacchi..)

RanieriFrancamente ci troviamo dinanzi ad una situazione per me imbarazzante, inconcepibile. Che Ranieri abbia commesso degli errori (da Capanna a Zebina, da Criscito a Poulsen, passando per Giovinco, il modulo, Trezeguet e compagnia) è assodato. Che abbia fallito a tenere in mano la squadra fino alla fine è un dato di fatto. Che si sia messo alcuni senatori importanti contro pure. Che non abbia avuto mai mezza parola di conforto dalla Società che lo ha esonerato a 2 dalla fine dopo averlo confermato il giorno prima pure. Come sarebbe finita tra la squadra e Capello senza la protezione continua di Moggi e Giraudo, che gli permettevano ad esempio di far entrare Camoranesi a partita in corso e di sostituirlo con disgusto 10′ dopo senza creare spaccature ma con anzi una minaccia di multa e cessione al giocatore in caso di ribellione? O di far scaldare Del Piero per poi far entrare Kapo? O di mettere fuori rosa Appiah per un errore di gioco? O di far giocare sempre gli stessi ignorando gli altri? Credete sia stata la “bravura” di Capello a permetterlo o quella di Moggi e Giraudo? Io sono convinto della seconda ipotesi. Così come sono convinto, nel caso di Ranieri, che la spaccatura così grave ci sia stata per colpa dell’immobilismo della Società, incapace di prendere posizione e schierarsi col tecnico e contro alcuni veterani. E’ per questo che sono contro tutti questi accanimenti nei confronti del tecnico di Testaccio: non ha fatto niente di male, non è venuto alla Juventus puntando una pistola contro Blanc (stessa cosa di Andrade, Tiago, Poulsen, ecc..), è un professionista che ha svolto il suo lavoro in condizioni obiettivamente non facili, e che ha commesso diversi errori, alcuni gravi, che probabilmente hanno giustificato il “cambio” con Ferrara e lo sdoganamento di Secco nel mercato. Ma non gli insulti. Ciò premesso, sono sempre più insistenti le voci di possibili dimissioni di Luciano Spalletti (giusto in tempo, visto che contro noi in 20 partite ne ha vinta solo 1 in Coppa Italia e le ha perse quasi tutte.. ma questa è cattiva!), al quale va la mia ammirazione per il lavoro svolto nella Capitale (e non era facile succedere ad un certo Fabio Capello..) e per l’onestà e la coerenza che l’ha sempre distinto dentro e fuori dal campo. Si riparla allora di Claudio Ranieri, e subito Tuttosport – tramite la bocca di Camillo Forte – ritorna all’attacco accusando l’ex tecnico bianconero di aver rifiutato lui un anno fa Diego – già virtualmente acquistato – e di aver rifiutato in precedenza uno tra Xabi Alonso e Van Der Vaart, preferendo Poulsen. Ora, al di là del fatto che ciò possa anche essere vero, trovo il timing sbagliato, e trovo questo atteggiamento persecutorio. Ranieri è il passato, abbiamo voltato dolorosamente pagina (perchè questa è una macchia che ci porteremo dietro, l’esonero) e siamo tutti strafelici per una grandissima campagna acquisti e per i 6 punti in due partite conquistati dalla formazione di Ferrara. Davvero, non c’è bisogno di ulteriori polemiche. Ognuno per la propria strada. Soprattutto perchè abbiamo ancora sotto contratto l’ex tecnico per una stagione, e proprio in queste ore probabilmente società e legali di Ranieri cercheranno di trovare un accordo (pare veloce e sereno) per liberare da subito il tecnico romano e permettergli di realizzare il suo sogno da sempre, e cioè di allenare la squadra della città in cui è nato. Mi spiace, non lo rimpiango sulla panchina, ma non riesco ad avere tutta la cattiveria che leggo in giro e che noto in molti di voi. Ci vuole classe anche in questo.

Pubblicità