L'analisi tattica: il gol contro il Chievo.

tattica-gol-chievoE’ uno schema ormai collaudato quello che ha portato in gol Vincenzo Iaquinta contro il Chievo: come potete notare dalla foto in alto, tre giocatori bianconeri si raggruppano in un fazzoletto, la palla arriva “a scavalcare” il mucchietto e uno dei tre si stacca per andare a colpirla, lasciando i difensori impossibilitati a difendere su tre giocatori che scattano all’improvviso in avanti, non potendo districarsi in spazi così stretti e affollati. Come detto, però, non è “casualità”, ma è tutto studiato a tavolino. Vediamo di analizzare allora il gol grazie a qualche foto. La prima (qui sotto), mostra il gol di domenica scorsa: potete notare il “triangolo” (in rosso) formato da Cannavaro, Salihamidzic e Iaquinta, con Amauri che “aiuta” oltre il triangolo (di solito si mette lì un buon colpitore di testa, una “seconda opzione”) e un giocatore al limite dell’area (Tiago in questo caso) pronto a buttarsi dentro o a sfruttare una eventuale deviazione. Diego batte la punizione lunga cercando di metterla subito avanti al “triangolo”, uno dei tre la colpisce di testa (magari sfruttando un blocco, o il “casino organizzato” derivante dall’ammucchiata) sorprendendo la difesa (potete notare dalla foto in alto come sia difficilissimo intervenire). Schema. Guardate il gol contro il Real Madrid, nella semifinale di Peace Cup 2009 (foto due): punizione di Del Piero, triangolo formato da Cannavaro, Salihamidzic e Amauri, un “aiuto” (in quel caso Chiellini) subito dopo il triangolo (determinante, perchè C.Ronaldo, nel marcare Chiellini, tenne in gioco Cannavaro) e Melo subito fuori dall’area di rigore. Insomma è il secondo gol in un mesetto realizzato alla stessa maniera. Complimenti quindi a Ciro Ferrara e al suo staff, perchè segnare “su schema” è sempre qualcosa che galvanizza la squadra, rafforza lo spirito di gruppo e porta entusiasmo negli allenamenti (se vedi i risultati ti alleni con più voglia, no?).

gol-chievo-1

gol-real-1

Pubblicità
    • davik
    • 25 agosto 2009

    Ottima analisi, se devo dire la verità non mi ero accorto di questa cosa.
    Questa è una delle analisi tecniche più interessanti fatte, ottime le immagini che aiutano a capire molto più delle parole.
    Ben vengano altre dimostrazioni di schemi fatte in questo modo!

    • ACB
    • 25 agosto 2009

    🙂

    • S1M0NE
    • 25 agosto 2009

    complimenti
    spero che il Buon Maddaloni che penso sia il tattico della situazione apporti molti schemi vincenti quest'anno

    • Er Rigo de Ronaldo
    • 25 agosto 2009

    ottima analisi antonio.. ma occhio a svelare tutti i nostri trucchi heheheh altrimenti ci prendono le contromisure 🙂 e non segniamo piu haahah

    • ADL
    • 25 agosto 2009

    Sinceramente non avevo fatto caso a questo schema. Grazie, davvero interessante come articolo! 😀

    • negole
    • 25 agosto 2009

    Bell'analisi Antonio. Bravo! Comunque nel gol contro il Real più che schema direi regalo di Cristiano Ronaldo che non sale con la linea difensiva ma tiene in gioco 4 bianconeri!

    • Crocco
    • 25 agosto 2009

    Grande Antonio…non ci avevo fatto caso 🙂

    • Ubas
    • 25 agosto 2009

    Antò,togli tutto subito,che su sto blog ci sono gli occhi di mezzo mondo lol 😀 Dai,scherzi a parte,avevo pensato che i due gol si assomigliassero tanto,ma non avevo affatto notato lo schema,che,in effetti,c'è e viene sfruttato

    • Fabio
    • 25 agosto 2009

    Grande Antonio…sempre pronto, anche io ad essere sincere non ci avevo fatto caso, e poi togli subito che come sai meglio di me Mourinho è uno spione!!!!!

    • Lapulce
    • 25 agosto 2009

    Schema semplice.
    Ma quello che conta non è quanto possa essere essere complicato e appariscente ma conta sopratutto l'esecuzione di esso.

    • Maskered
    • 25 agosto 2009

    lo schema è uno schema molto conosciuto perchè molto efficace se si hanno buoni colpitori di testa! il brescia l' anno scorso in B ha fatto parecchi gol con caracciolo e un difensore di cui non ricordo il nome… la differenza ovviamente la fanno gli interpreti… la roma e l' inter lavorano allo stesso modo soprattutto sui calci d' angolo… anche se non sempre.

    p.s. x antò e mirko perdonatemi appena posso vi posto il mio articolo. sorry.

  1. Bell'articolo!

    • mario90
    • 26 agosto 2009

    Non lo avevo assolutamente notato..ma avevo notato un qualcosa di "strano" nel posizionamento sulle punizioni ma anche nei corner…

    bravo ferrara e il suo staff vuol dire che si innovano..

    ps antò levalo che qui gli interisti sono come i topi ovunque.. 🙂

    • Garrison
    • 27 agosto 2009

    L’analisi é interessantissima. Ma quel che mi colp’isce della Juve di quest’anno é il numeo elevatissimo di giocatori in grado di colpire di testa (anche Melo infatti non scherza affatto e Sissoko é un buon colpitore). Per di + con raffinati calciatori da fermo come Diego, DP, Camo e Giovinco. Ogni cornere DOVRA’ essere un pericolo, specie con le piccole a volte non attrezzate.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: